Appalti a Milano, le ultime novità

22/01/2016 - La capitale economica d’Italia continua a dimostrare tutta la sua vivacità, anche dopo la fine dell’Expo che è stato il momento più importante dello scorso 2015.

Ma anche il 2016 si apre all’insegna degli investimenti e delle opportunità con gli appalti a Milano: le ultime novità sono assicurate dal portale Appaltitalia, il giornale del settore di bandi e gare nel nostro Paese, aggiornato costantemente e in maniera attenta per fornire le giuste informazioni alle imprese (per maggiori informazioni potrete consultare la pagina dedicata a tutti gli appalti in Lombardia).

Servizi di interpretariato. Partiamo dal bando promosso dalla Giunta regionale della Lombardia, che ha per oggetto il servizio biennale di interpretariato, traduzioni e trascrizioni per conto dell’ente del Pirellone. Il valore stimato dell’accordo è di 300mila euro ed è prevista la possibilità di una ripetizione del servizio per 24 mesi. Nel disciplinare si legge, inoltre, che tutta la procedura si svolgerà tramite piattaforma di intermediazione telematica di Regione Lombardia denominata SinTel, accessibile all'indirizzo www.arca.regione.lombardia.it-piattaforma SinTel, dove è possibile reperire anche tutta la documentazione di gara.

Carbone attivato. La Amiacque, azienda pubblica che gestisce il servizio idrico integrato nelle province lombarde, intende appaltare il servizio di movimentazione, riattivazione e reintegro di carbone attivo granulare utilizzato per il trattamento di acque destinate al consumo umano (potabile), suddiviso in due lotti, dal valore complessivo di 3 milioni di euro. Il servizio comprende il carico dei filtri con carbone attivo granulare, scarico degli stessi, trasporto dagli impianti di riattivazione agli impianti di trattamento e viceversa; la riattivazione termica e reintegro delle perdite di volume con carbone vergine; il controlavaggio, lavaggio e messa in rete dei filtri. La durata del servizio è pari a 450 giorni naturali e consecutivi per ogni singolo lotto, decorrenti dalla data di consegna del servizio che avverrà dopo la stipula del contratto.

Apparecchi refrigeratori. L’Università degli Studi di Milano – Bicocca ha avviato una procedura aperta per l'affidamento della fornitura di tre refrigeratori di liquido condensati ad aria; due di questi saranno dislocati presso l’edificio U3 di Piazza della Scienza 2 a Milano, mentre l’altro andrà in U2, sempre allo stesso indirizzo. L'importo complessivo a base d'appalto è fissato in 390mila euro, e per l’esecuzione dei lavori sono decretati 60 giorni. Il Termine per il ricevimento delle offerte è stabilito nel prossimo 29 marzo.

Autoveicoli per usi speciali e servizi di guardia. L’Azienda Trasporti Milanesi ha invece attivato le procedure per due bandi: il primo riguarda la fornitura, chiavi in mano, di un caricatore strada/rotaia per l'esecuzione dei lavori d'armamento nelle linee metropolitane, comprensiva di manutenzione full service di durata biennale, dal valore stimato di circa 255mila euro. L’altro, invece, ha per oggetto il servizio di custodia di veicoli rimossi, per la durata di 27 mesi e senza possibilità di rinnovo, e un valore complessivo di oltre 1,1 milioni di euro. Per entrambi questi appalti a Milano la scadenza dei termini per le proposte è il 23 febbraio.

Attrezzature mediche. Importante anche la procedura aperta per l'affidamento del servizio di manutenzione delle apparecchiature biomediche, per un periodo di tre anni, iniziata dalla Fondazione IRCCS - Istituto Nazionale dei Tumori. Il valore di questa gara è infatti 9.300.600 euro, iva esclusa, e nel bando di gara si legge che la Fondazione si riserva di richiedere all'aggiudicatario, previa verifica della corretta e puntuale esecuzione del servizio, la ripetizione di servizi analoghi per un ulteriore periodo di 3 anni alle medesime condizioni economiche (e comunque per un importo massimo di 9.300.600 euro) e a condizione che tali servizi siano conformi al progetto di base oggetto del primo contratto, e anche che è prevista l'adesione per gli altri Enti facenti parte dell'unione di acquisto denominata «ATS Milano», fino a un massimo del 200% del valore di aggiudicazione dell’appalto. Le offerte possono essere presentate entro il prossimo 23 febbraio.





Questo è un articolo pubblicato il 22-01-2016 alle 10:30 sul giornale del 23 gennaio 2016 - 456 letture

In questo articolo si parla di economia, appalti pubblici, articolo, Anna Capuano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/asMz