Milano: arrestati due poliziotti, spartivano con i rom il bottino dei furti

furto portafoglio Si accordavano con i borseggiatori rom per chiudere un occhio sui furti che avvenivano alla stazione Centrale di Milano in cambio della spartizione della refurtiva, per questo due agenti della polizia sono stati arrestati.

Finiti in manette anche 22 nomadi, soprattutto donne. Le indagini sono state condotte in collaborazione  tra gli uomini della squadra Mobile e della Polizia Ferroviaria. I due agenti arrestati devono rispondere di concussione, mentre i rom di associazione per delinquere finalizzata ad una serie di furti.

"Se non ci date quello che avete preso, vi togliamo i bambini e vi facciamo arrestare" questa la minaccia degli agenti nei confronti delle rom, che in una settimana riuscivano ad incassare tra i 5 e i 20 mila euro ai danni di turisti soprattutto giapponesi e americani. Le spartizioni dei proventi dei furti sono state documentate dalle telecamere di videosorveglianza della stazione.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 17-12-2015 alle 17:39 sul giornale del 18 dicembre 2015 - 359 letture - 0 commenti

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, furto, furto portafoglio, Sara Santini, articolo

L'indirizzo breve di questo articolo è http://vivere.biz/arKJ

Suggerisci un altro argomento per questo articolo:

Licenza Creative Commons
Rilasciato con licenza
Creative Commons.
Maggiori info:
vivere.biz/gkW

Vuoi commentare questo articolo?


In caso di dati non veritieri o incompleti il commento verrà sconsigliato.