Il centenario del Futurismo

1' di lettura 07/02/2009 -
Attrici che danno voce a poetesse, scrittrici, pittrici, danzatrici futuriste, in luoghi aerei e svettanti della città, l’iniziativa si chiama “Ho dei fulmini per capelli. Il futuro è (anche) donna”, un progetto curato da Carla Chiarelli e Fabrizio Parenti, promosso dal Comune in collaborazione con “Quellicherestano” in occasione delle celebrazioni per il centenario del Futurismo.
Tre gli appuntamenti in programma: domenica 8 febbraio alla Torre Branca, l’8 marzo alla Terrazza Martini e il 5 aprile in piazza Scala.


Milano, città in cui è nato il Futurismo, celebra quest’anno il centenario dell’avanguardia artistica con un fitto programma di eventi che spaziano dall’arte, alla musica, allo spettacolo. Le iniziative in calendario proseguiranno per tutto il 2009.


Il movimento futurista fu anche al femminile, con poetesse, scrittrici e attrici oggi poco conosciute, che tuttavia sperimentarono un\'arte nuova, spesso lottando contro le convenzioni e l\'idea di «donna» diffusa all\'epoca anche tra i colleghi futuristi.


Per ricordarle, saranno tre gli appuntamenti delle performance-spettacolo «Ho dei fulmini per capelli. Il Futuro è (anche) donna», a cura di Carla Chiarelli e Fabrizio Parenti (8 febbraio, 8 marzo e 5 aprile).


Il pubblico salirà in cima a punti panoramici e caratteristici della città, dalla Torre Branca alla Terrazza Martini, per ripercorrere il cammino poetico e visionario delle futuriste e ascoltare le loro storie.








Questo è un articolo pubblicato il 07-02-2009 alle 00:01 sul giornale del 07 febbraio 2009 - 3601 letture

In questo articolo si parla di attualità, donne, Elisa Balducci, futurismo