Zucche da 40mila euro per la ricerca su epilessia

zucche 1' di lettura 28/10/2008 - Gli Halloween dell’Aice, due zucche con un contributo complessivo di 40mila euro raccolti nel 2008 attraverso il 5 x 1000, gli sms solidali e i contributi diretti dei cittadini per la ricerca contro l’epilessia, sono stati consegnati agli Istituti Besta e Negri di Milano dal Presidente del Consiglio comunale Manfredi Palmeri e dall’assessore alla Salute Giampaolo Landi di Chiavenna. 

Il Presidente Manfredi Palmeri ha spiegato:\" Halloween a Milano non sarà solo una giornata di festa ma, com’è ormai nostra tradizione, anche un’occasione di solidarietà, con un’iniziativa concreta per la salute delle persone con epilessia. Con la ricerca possiamo sconfiggere la malattia, con l’informazione combattiamo i pregiudizi che ancora esistono e offendono le coscienze di tutti: va sostenuto il percorso normativo, interrotto durante la scorsa legislatura, per riconoscere il ‘diritto alla guarigione’ da questa patologia e i percorsi di integrazione sociale dovuti a una vera e propria disabilità”.




L’assessore Giampaolo Landi di Chiavenna ha detto che l\'epilessia è riconosciuta nel nostro Paese come malattia sociale, tuttavia spesso è fonte di discriminazioni e preconcetti che colpiscono la rispettabilità dei malati portandoli persino a nascondere la propria affezione. Questo rende ancora più importante il ruolo dell’informazione e della ricerca. Le associazioni che operano accanto alle Istituzioni e a eccellenze mondiali, come il Besta e il Negri, hanno quindi il compito e il dovere di diffondere una cultura più sensibile verso la persona.

Silvio Garattini, Presidente dell’Istituto Mario Negri, ha sottolineato:\" Senza ricerca non c’è progresso: per competere servono risorse adeguate”.






Questo è un articolo pubblicato il 28-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 28 ottobre 2008 - 527 letture

In questo articolo si parla di attualità, Elisa Balducci, zucche, epilessia, Besta, Negri