Sequestrate 150 tonnellate di cibi scaduti

finanza 1' di lettura 03/10/2008 - Le fiamme gialle coordinate dal capitano Luca Brioschi hanno scoperto un capannone, gestito da egiziani, con alimenti scaduti e in parte rosicchiati dai topi, se immessi sul mercato, avrebbero potuto cagionare seri danni alla salute dei consumatori.

La Guardia di Finanza ha sequestrato 150 tonnellate di alimenti scaduti (datteri, tonno, miele, formaggi, carne, salumi, acqua minerale, coca cola, succhi di frutta) in un deposito gestito da egiziani ad Abbiategrasso (Milano).

Le indagini erano scattate dopo la scoperta di alcuni prodotti alimentari con etichette di scadenza false, un cittadino infatti aveva segnalato uno prodotto che aveva una doppia etichetta: una originale e una sovrapposta. Secondo gli investigatori, i denunciati sostituivano le etichette di prodotti scaduti e mal conservati per prolungarne la vendibilità.

Sono stati denunciati per contrabbando e frode alimentare i due egiziani titolari dell\'attivita\' e due loro dipendenti, risultati in possesso del permesso di soggiorno. Inoltre ai 4 indagati è stato contestato anche il reato di contrabbando: tutti i prodotti sono stati importati in violazione delle norme doganali comunitarie.





Questo è un articolo pubblicato il 03-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 03 ottobre 2008 - 681 letture

In questo articolo si parla di cronaca, finanza, cibo, Elisa Balducci