Parmalat: nessun cambiamento in 5 anni

02/10/2008 - Il pm Eugenio Fusco, ha aperto la sua equisitoria nel processo Parmalat a Milano contro l\'ex-patron Calisto Tanzi, sostenendo che negli ultimi cinque anni nulla è cambiato nei controlli al sistema finanziario sia in Italia che all\'estero

Nonostante il crac nel 2003 di grosse aziende come di Enron, Cirio e Parmalat, la crisi finanziaria di oggi viene considerata da tutti una delle più gravi di ogni tempo.


Fusco ha dichiarato:\"Si diceva allora e si dice anche oggi sono saltati tutti i sistemi di controlli . Mi domando: cosa e\' successo da allora a oggi negli Usa e in Italia? Negli Stati Uniti sono state inflitte pene gravissime, esemplari, eppure ci ritroviamo adesso con i subprime e i fallimenti delle banche d\'affari. In Italia, la class action davanti al giudice per la vicenda Parmalat si e\' ridotta a un centinaio di richieste che porteranno ad altrettanti risarcimenti. Il pm ha concluso: \"Ci attendiamo molto da questa sentenza\".


Per lunedì 6 ottobre è attesa la requisitoria del terzo pm, Francesco Greco, che dovrebbe concludere con le richieste di pena per i vari imputati.






Questo è un articolo pubblicato il 02-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 02 ottobre 2008 - 448 letture

In questo articolo si parla di attualità, Elisa Balducci, crac parmalat, parmalat